Gli auguri di Supernova!

 

Per il nuovo anno che è alle porte lo Staff di Supernova vuole farvi gli auguri a suo modo.

‹‹L’augurio e la profezia, come il rammemorare e la rievocazione, sfidano il presente. E il presente della maggioranza dei casi, quello che causa più problemi d’ogni altro tempo, è quello ove non si è realmente “presenti”: una forza che trascinando rende superate le nostre conoscenze ed impotenti le volontà, invoca nuove soglie anaerobiche per poi dimenticarsi dei nostri sforzi. Come frenare e salvarsi in questa ripida discesa esistenziale che non sembra lasciar spazi e tempi? Affinare la vista per abituarsi all’altro-del-dato non è sempre bastato: l’attività dello studioso non si esaurisce nell’essere più preciso di altri o nell’andare controcorrente ma nell’educarsi e nell’educare ad un controcanto; dis-ammaliante, realistico, a volte apparentemente cinico e sprezzante, altre impregnato da ciò che prima facie è definito pessimismo, lo studioso dev’essere anche colui che non prova, colui che non si emoziona (troppo), colui che non ride facilmente. Alla vibrante e vanagloriosa stipula cerimoniale del Niente colui che molti anni fa sarebbe stato definito, con un’enfasi poco paritaria, “l’Intellettuale”, reagisce spesso con indifferenza: guarda oltre, verso il fondale, sforzando lo sguardo per scrutare quello che permane al di là di tanti presenti. Cosa?››

Giorgio Astone

‹‹Questo primo anno di Supernova che se ne va non è una fine ma un inizio. Esattamente come il cerchio Daoista, questo anno si chiude e chiudendosi ne avvia un altro pieno di novità per noi della redazione e per la rivista stessa. Molto altro verrà pubblicato e molto impegno sarà profuso per fare di Supernova una vera e propria rivista. Tutto si trasforma dunque. Nella nostra incessante trasformazione, in quest’onda che sopravanza un’altra onda, speriamo di lasciarvi qualcosa, fosse anche un piccolo spunto di riflessione. Speriamo (anche se sperare non è mai qualcosa di meraviglioso) che questo 2016, che altro non è che un numero poco importante, inauguri la stagione della rivalsa della cultura sull’ignoranza. La rivalsa dell’intellettuale sulla tecnica. Una rivalsa del cuore sulla fredda contabilità.››

Claudio Caramadre

‹‹Un anno di Supernova. Nata con diverse perplessità ma anche e soprattutto con la volontà di creare uno spazio aperto al dibattito, coinvolgente e stimolante, Supernova ha fatto passi da gigante. Sono soddisfatta di ciò che finora è stato creato, noi tutti ci siamo impegnati ardentemente, siamo cresciuti numericamente e, con un pizzico di presunzione, qualitativamente. La strada da percorrere è ancora lunga, molte cose sono ancora da sistemare e, ancor di più, da realizzare, vi sono molti molti progetti in cantiere. Dunque mi auguro che i lettori continuino a seguirci, supportarci e criticarci costruttivamente.
Ai lettori e allo staff auguro di essere costantemente curiosi, curiosi di sapere, di conoscere, di voler apprendere sempre più perché solo grazie ad uno spirito solerte e assetato di sapere potremmo imparare a conoscere noi stessi e a capire gli altri.››

Gloria Iannucci

‹‹Il miglior augurio che mi sento di rivolgere ai nostri lettori unitamente ai miei “colleghi”, rispecchia la concezione che ho di Supernova e rilancia con forza il mio relativo impegno per il 2016; quest’augurio si esprime attraverso le parole di Ortega y Gasset e parla di un percorso da articolare nel quotidiano. Auguro, a tutte e tutti, di sentirsi profondamente, intimamente, autenticamente naufraghi, sommersi e riscoperti dalle onde impetuose di interrogazioni radicali. Auguro a ciascuna e a ciascuno, anche a me stesso, di saper vestire lo sguardo disperatamente perentorio di colui che accetta di sentirsi smarrito, orfano di tutte le certezze. Percepire la nostalgia, il Nostos di Ulisse e la sua dimensione soteriologica, è forse l’unico modo per poter cercare la via di Casa, e – forse – un domani, potersi ritrovare al di là delle bugie auto-consolanti o delle voci falsamente lusinghiere che ci mettono al riparo dalla realtà.››

Michele Cavejari

Buon 2016!

Facebook Comments

Lascia un commento